Breaking Bubbles – Rompiamo insieme le bolle della diversità

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

Il 29 luglio 2022, dalle ore 17.30 alle ore 20.00, presso il maneggio Cavalli Delle Fonti di Civitanova Marche, si è tenuto Breaking Bubbles, un evento per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’inclusione delle famiglie dei bambini con disabilità.

La Cooperativa il Faro, in collaborazione con il Comune di Civitanova Marche, sta realizzando il progettoCOME A CASA – Centro Orizzonte Metodi Educativi Analisi Comportamentale Applicata Sindrome Autismo”.

Con il progetto operiamo per migliorare ed implementare i servizi esistenti, attraverso la realizzazione di laboratori educativi, attenzionando le diverse aree di disabilità per lo sviluppo del bambino.

Lavoriamo anche sull’accoglienza del bimbo e della famiglia da parte della comunità, per facilitare il processo di inclusione sociale, umana e scolastica, attraverso azioni di supporto genitoriale, azioni formative e azioni di Welfare di prossimità nell’ottica di inclusione sociale.

Proprio in riferimento a quest’ultimo aspetto è nato Breaking Bubbles, giunto quest’anno alla sua seconda edizione.

L’evento gratuito, organizzato dalla collaborazione tra il Comune di Civitanova Marche – Assessorato alla Famiglia (progetto “Civitanova Città con l’infanzia”), l’ASP Paolo Ricci, la Cooperativa Il Faro (progetto COME A CASA) e Cavalli Delle Fonti, ha come scopo la creazione di una rete sociale per l’inclusione delle famiglie di bambini con disabilità.

Il motto di Breaking Bubbles è stato “Rompiamo insieme le bolle della diversità”. Sono state proprio le bolle il simbolo dell’inclusione, la metafora della solitudine in cui sono spesso lasciate le famiglie che vivono una condizione di disabilità. 

Breaking Bubbles ha invece voluto rompere queste bolle, invitando adulti e bambini di tutte le età a farle volare via. L’evento ha alternato momenti di gioco, che hanno coinvolto tutti i bambini, a momenti di riflessione sulla disabilità, mai considerata come un limite, bensì come un insieme di “diverse-abilità”, una risorsa di crescita individuale e comunitaria.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

Potrebbe anche interessarti