COME A CASA alla conferenza ICIAP 2021

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Dal 23 al 27 maggio 2022 si è svolta la conferenza internazionale ICIAP 2021 sulle tematiche relative alla computer vision e all’elaborazione di immagini. Il convegno è stato organizzato dall’Associazione Italiana per la ricerca in Computer Vision, Pattern Recognition e Machine Learning (CVPL- ex GIRPR) e si è svolto a Lecce, con possibilità di partecipazione online. Nell’ambito del workshop organizzato da UNIVPM, UNIMC, SSSA e UNIBO, il 23 maggio hanno preso parte Il Faro Società Cooperativa Sociale e TechSoup Italia, descrivendo il progetto C.O.M.E. A. C.A.S.A. e sponsorizzando il premio finale.

ICIAP 2021 è la ventunesima edizione di una serie di conferenze organizzate ogni due anni dall’Associazione Italiana per la ricerca in Computer Vision, Pattern Recognition e Machine Learning (CVPL- ex GIRPR), che fa parte dell’International Association for Pattern Recognition (IAPR).

La conferenza è incentrata sui trend, sia classici che recenti, riguardanti la computer vision, il riconoscimento di pattern e l’elaborazione di immagini e ne copre gli aspetti teorici e applicativi, con particolare enfasi sui seguenti temi:

  • Analisi e comprensione video
  • Riconoscimento di Pattern e Machine Learning
  • Deep Learning
  • Multiview Geometry e Computer Vision 3D
  • Analisi, rilevamento e riconoscimento delle immagini
  • Multimedia
  • Tecnologie biomediche e assistive
  • Informatica forense e biometria
  • Elaborazione di immagini per i beni culturali
  • Robot Vision
  • Nuove idee coraggiose

Il pomeriggio del 23 maggio 2022 ha visto la partecipazione di Il Faro Società Cooperativa Sociale e di TechSoup Italia, nell’ambito del workshop organizzato dall’Università Politecnica delle Marche (UNIVPM), l’Università di Macerata (UNIMC),  la Scuola Superiore Sant’Anna (SSSA) e l’Università di Bologna (UNIBO) dal titolo “AI-care: Artificial Intelligence for preterm infants’ healthcare” (Intelligenza Artificiale per la salute dei bambini pretermine).

L’analisi svolta durante il workshop ha approfondito anche la tematica dei disturbi del neurosviluppo nei bambini in età prescolare. È proprio qui che si inserisce l’intervento di Il Faro Società Cooperativa Sociale e di TechSoup Italia che hanno descritto C.O.M.E. A. C.A.S.A., un progetto della Cooperativa Il Faro, sostenuto dalla Regione Marche e selezionato dalla Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

C.O.M.E. A. C.A.S.A. mira ad utilizzare la tecnologia per supportare i professionisti del Centro Orizzonte nelle terapie a favore dei bambini con autismo. Il Centro servizi per la famiglia e l’età evolutiva di Macerata “Orizzonte” è un polo socio-sanitario della Cooperativa Il Faro dove vengono svolte, oltre alle attività educative e laboratoriali, diagnosi, terapie e trattamenti per bambini e ragazzi in età evolutiva e dove vengono offerti servizi di sostegno psicologico a favore delle famiglie prese in carico dall’equipe.

Presso il Centro sono state installate telecamere “intelligenti” in punti strategici, come le aule in cui si svolgono le terapie. I dispositivi hanno il compito di monitorare il comportamento del bambino durante le attività e di individuare le azioni che compie da solo e quelle per le quali viene invece aiutato dal terapista.

Questi dati vengono raccolti grazie all’innovativo Portale di Presa Dati ABA, progettato da Elicos con la partecipazione di TechSoup Italia. Tramite il portale, fruibile sia da desktop che da smartphone, il terapista stesso può raccogliere anche altre rilevazioni, come le risposte del bambino alle attività che gli vengono proposte.

Tutti questi dati, analizzati dall’intelligenza artificiale, vengono valutati in base all’Indice di Autonomia, che misura la capacità del bambino di portare a termine i compiti senza l’aiuto del terapista e senza interruzioni provocate da distrazioni.

Contemporaneamente i dati confluiscono in un database condiviso con l’intera équipe che segue il bambino, in modo da quantificare i progressi compiuti e da avvicinarlo sempre di più al percorso terapico creato su misura per lui.

Scopo del progetto è infatti quello di utilizzare la tecnologia e l’analisi dei dati a supporto delle decisioni dei terapisti stessi, per la creazione di terapie personalizzate sul singolo bambino.

Il Faro Società Cooperativa Sociale e TechSoup Italia sono stati sponsor ufficiali del riconoscimento Best Paper per giovani ricercatori dell’Università Politecnica delle Marche. Vincitori di questa edizione sono stati Alessandro Cacciatore dell’Università di Macerata e Alessandro Casella del Politecnico di Milano.

Al workshop, seguito da un ampio pubblico da ogni parte del mondo, sono intervenuti:

  • Sara Moccia, ricercatrice della Scuola Superiore Sant’Anna;
  • Lucia Migliorelli, postdoc dell’Università Politecnica delle Marche;
  • Silvia Orlandi, ricercatrice dell’Università di Bologna;
  • Emanuele Frontoni, professore all’Università degli Studi di Macerata e all’Università Politecnica delle Marche;
  • Ester Fusari, per Il Faro Società Cooperativa Sociale;
  • Fabio Fraticelli, per TechSoup Italia.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su telegram
Telegram

Potrebbe anche interessarti