Innwork arriva a Macerata – Focus sull’orientamento

Innwork orientamento macerata
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

Venerdì 7 Febbraio, presso il Teatro Excelsior di Macerata, si è svolto INNWORK, un’azione a sostegno dell’orientamento scolastico proposta nell’ambito del progetto G.O.A.L.S. (Giovani – Orientamento – Accompagnamento – Lavoro – Scuola), proposto dalla nostra Cooperativa Sociale “IL FARO” e finanziato dall’Impresa Sociale Con i Bambini, nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Innwork orientamento macerata

In questa giornata interamente dedicata agli studenti del Liceo Classico e Linguistico Giacomo Leopardi di Macerata, oltre 350 ragazzi delle classi quarte e quinte hanno avuto la preziosa opportunità di confrontarsi con i professionisti del settore e con le opportunità del mercato del lavoro attuale, costantemente in evoluzione e spesso difficile da inquadrare.
L’evento è stato introdotto dalla dott.ssa Monia Sabbatini (Cooperativa Sociale “Il Faro”) e dalla dirigente Annamaria Marcantonelli, mentre Massimiliano Di Paolo (direttore CDO Marche sud) ha svolto il ruolo di moderatore dell’evento. La mattinata si è strutturata in tre sessioni distinte per aree di lavoro, in modo da dare una panoramica dei possibili percorsi di studi da intraprendere per avviare determinate carriere o seguire i propri talenti.

Innwork orientamento macerata

La prima sessione, denominata “Senso del lavoro”, ha visto la partecipazione di due professionisti dell’area umanistica, Gabriele Codoni (Docente di Filosofia) e Davide Colletta (Scrittore).
Successivamente l’evento ha preso una piega più digital, con la sessione “trasformare il lavoro”.
In questo dibattito hanno partecipato Fabio Fraticelli (Direttore Generale Techsoup Italia), Simone Calzolaio (Avvocato e Phd di Diritto Costituzionale) e Luca Levantesi (Owner Elicos srl).
Infine, la terza e ultima sessione si è orientata alle nuove tecnologie al servizio dell’uomo, e ha visto la partecipazione di Emanuele Frontoni (Docente di informatica e computer vision) e due dottorandi di ricerca presso l’università politecnica delle Marche, Riccardo Rosati e Chiara Calamanti.

Il punto focale della giornata non è stato però un semplice orientamento tecnico: il messaggio principale trasmesso agli studenti è stato quello di spronarli a seguire le loro passioni, a non arrendersi a un mercato del lavoro che si mostra incerto e talvolta poco ottimista.
«Il punto nella vita non è sistemarsi, è porsi sempre le giuste domande». Afferma Gabriele Codoni, docente di Filosofia «E la domanda principale che dovete porvi è: che tipo di persona voglio essere davvero? Lavorare significa infatti trovare coscienza della propria utilità».

Innwork orientamento macerata

Durante i vari dibattiti, i vari professionisti sul palco hanno analizzato le loro carriere, mettendo in luce percorsi di studi, evidenziando difficoltà e mostrandosi per quello che sono davvero: persone che hanno fatto della loro passione un lavoro. L’obiettivo della giornata era mostrare ai ragazzi un orientamento scolastico alternativo, sotto una luce diversa.

Fabio Fraticelli (Direttore Generale Techsoup Italia) ha infatti affermato: «Lavoro oltre 70 ore alla settimana, ma non mi lamento mai. Questo perché amo il mio lavoro, e spesso ho seguito le mie inclinazioni a discapito delle scelte più ovvie da intraprendere. Ho fatto salti senza la mia “rete di sicurezza”, ma questo mi ha permesso di diventare una persona – e un lavoratore – migliore.»

Per rendere il confronto ancora più interattivo, agli studenti è stata data la possibilità di  porre le loro domande in modalità live tramite i canali whatsapp e Instagram; un quesito molto sentito dalla platea è stato il seguente: come faccio a capire che una determinata strada è quella giusta?

Innwork orientamento macerata

A questa domanda le risposte sono state le più disparate, ma probabilmente l’esperienza vissuta da Luca Levantesi, programmatore informatico, è la più calzante: «Ho seguito un corso di laurea in storia e adesso sono programmatore. Non proprio il percorso di studi più lineare. In seguito mi sono appassionato di comunicazione via web concentrarmi sulla user experience, segmento in cui l’approccio umanistico è stato davvero d’aiuto. È importante fare tesoro di tutte le esperienze, anche per capire che non fanno per noi.»

L’evento, brillantemente incalzato da relatori entusiasti e ragazzi curiosi, ha visto anche la partecipazione straordinaria di Luca Violini, doppiatore cinematografico, che ha introdotto l’evento recitando un famoso estratto de “ Il Piccolo principe”.

Innwork orientamento macerata

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

Potrebbe anche interessarti